Pistilli di zafferano

Lo zafferano è un prodotto raffinato e molto pregiato. Considerato la spezia del buonumore, ha incredibili proprietà benefiche.

Si ricava dai tre stigmi del fiore del croco, una pianta erbacea che fiorisce in autunno, e si riconosce facilmente grazie al colore viola brillante dei suoi fiori.

La sua coltivazione ha origini molto antiche: presente prima in Asia, arriva in Europa e poi, durante il Medioevo, in Italia grazie ai monaci della Santa Inquisizione.

È una spezia pregiata, che richiede molta cura nella produzione. Conferisce alle ricette un aroma deciso e inconfondibile, regala allegria col suo giallo giocoso.

Lo zafferano: eccellenza made in Italy apprezzata in tutto il mondo

Il clima favorevole, la terra ricca e fertile e una coltivazione manuale rendono lo zafferano italiano un prodotto di altissima qualità.

Riconoscibile per il profumo intenso e il sapore delicato, questa spezia in Italia è coltivata da agricoltori sapienti, nel rispetto delle tradizioni per ottenere uno zafferano di finissimo pregio: il fiore viene raccolto nelle prime ore del mattino, prima che si schiuda.

I pistilli (o stigmi) sono delicatamente staccati ed essiccati in giornata. Solo la dedizione, la precisione e la cura assicurano che vengano mantenute inalterate tutte le qualità e l’aroma della spezia.

Lo zafferano: eccellenza made in Italy apprezzata in tutto il mondo

Il clima favorevole, la terra ricca e fertile e una coltivazione manuale rendono lo zafferano italiano un prodotto di altissima qualità.

Riconoscibile per il profumo intenso e il sapore delicato, questa spezia in Italia è coltivata da agricoltori sapienti, nel rispetto delle tradizioni per ottenere uno zafferano di finissimo pregio: il fiore viene raccolto nelle prime ore del mattino, prima che si schiuda.

I pistilli (o stigmi) sono delicatamente staccati ed essiccati in giornata. Solo la dedizione, la precisione e la cura assicurano che vengano mantenute inalterate tutte le qualità e l’aroma della spezia.

Zafferano Italiano: solo da Aziende Agricole selezionate

Azienda Agricola Diego Mallamaci

Terreno, acqua, microclima perfetto. Lavorazione a mano e una tradizione che affonda le radici agli inizi del Novecento. In provincia di Reggio Calabria, nel territorio di Motta San Giovanni, si può trovare l’Azienda Agricola Mallamaci, che coltiva lo zafferano con passione e seguendo i segreti della lavorazione a mano nelle varie fasi. L’azienda è guidata dal giovane Diego Mallamaci, che in soli dieci anni è riuscito a ottenere ottimi risultati nel rispetto della massima qualità, grazie all’incontro di innovazione e tradizione.

Azienda Agricola Francesco Marino

A ridosso di un piccolo e caratteristico borgo calabrese, chiamato Campana, si trova l’Azienda Agricola Francesco Marino. Con l’idea di riportare a nuovi fasti una coltivazione che, insieme ad altre, ha reso celebre in passato questo luogo, Francesco Marino si è dedicato alla lavorazione dello zafferano. Con dedizione, coltiva la spezia definita “del buonumore” su colline che offrono un clima benevolo. Grazie anche alla sapienza tramandata di generazione in generazione, ottiene uno zafferano di altissima qualità.

Perchè è la spezia più costosa al mondo?

Per produrre 1 kg di zafferano sono necessari 100.000 fiori, che occupano circa un ettaro di terreno e più di 400 ore di manodopera.

Il prodotto finale ha un costo così elevato che è noto anche per essere la spezia più contraffatta al mondo. Rientra addirittura nell’elenco dei dieci prodotti alimentari più a rischio di frode.

Già il latino Plinio, nel I secolo dopo Cristo, raccontava delle contraffazioni di questa spezia. Lo zafferano può infatti essere mescolato con macinati di curcuma, cartamo o calendula.

Altre volte viene perfino miscelato ad altre parti dello stesso crocus. È invece molto più difficile riuscire a falsificare lo zafferano in fili (stigmi).

Perchè scegliere lo zafferano in pistilli?

Perchè scegliere lo zafferano in pistilli?

Già il latino Plinio, nel I secolo dopo Cristo, raccontava delle contraffazioni di questa spezia. Lo zafferano può infatti essere mescolato con macinati di curcuma, cartamo o calendula.

Altre volte viene perfino miscelato ad altre parti dello stesso crocus. È invece molto più difficile riuscire a falsificare lo zafferano in fili (stigmi).

Non solo per il risotto

Lo Zafferano è famoso, nella cucina italiana, per il celebre risotto alla milanese e per i primi piatti. Ma può essere usato per molte altre ricette ed è particolarmente amato dai grandi chef.

Si può usare per insaporire formaggi e carni, ed è ottimo col pesce. È molto apprezzato anche nella pasticceria: esistono tante ricette di dolci con lo zafferano.